SBANCAMENTO CON ESPLOSIVI PORTO DI OLBIA

Per far fronte ad un aumento del traffico turistico, le autorità del porto di Olbia hanno voluto aggiungere 2 nuove banchine alle precedenti 5 e anche il fondo del porto è stato scavato per conformarsi alle specifiche delle nuove navi più grandi.
SI sono dovuti demolire circa 200.000 m3 di granito in circa 14 mesi.
A causa della vicinanza alle banchine esistenti, agli uffici e alla città stessa, l’impatto dovuto all’esplosione doveva essere tenuto sotto controllo per le vibrazioni del terreno e anche per la sovrapressione in acqua.
Il riferimento per le onde sismiche è stato fatto secondo le norme tedesche DIN 4150-1, 2 e 3, nonché le norme italiane UNI 9916 e UNI 9614.
Anche la sovrapressione in acqua e il suo impulso sono stati tenuti sotto controllo per evitare danni non solo alle banchine, ma anche alle chiatte e ai martinetti di perforazione sul posto e alle navi attraccate appena fuori dal porto.
Sono state prese diverse precauzioni per minimizzare le vibrazioni e la sovrapressione in acqua, specialmente quando si fanno saltare gli strati di roccia più sottili con cariche cave.

 

Categoria:
Location: Milano
Committente principale: Isola Bianca Scarl
Cliente: Isola Bianca Scarl
Anno inizio: 2008
Anno di fine: 2009
Documenti:

ULTIMI PROGETTI

SBANCAMENTO DEL FONDALE NEL PORTO “DEGRAD DES CANNES”

ABBATTIMENTO CONTROLLATO CON ESPLOSIVI PER L'APPROFONDIMENTO DEL FONDALE NEL PORTO FLUVIALE “DEGRAD DES CANNES" A CAIENNA

Leggi

SBANCAMENTO BANCHINA LA MADDALENA

PROGETTO DI COSTRUZIONE PER G8

Leggi

DEMOLIZIONE DELLA BANCHINA BENGASI

COSTRUZIONE NUOVA BANCHINA "BENGASI CALATA" PORTO DI LIVORNO

Leggi